Medici e Pediatri – A.S.L. Napoli 2 Nord

Medici e Pediatri

Il ruolo del medico e del pediatra di famiglia

Tutti i cittadini residenti in Italia hanno diritto all' assistenza sanitaria di base gratuita che viene assicurata dai medici di Assistenza Primaria e dai Pediatri di Famiglia.

Il medico di Assistenza Primaria e il Pediatra di Famiglia sono il primo riferimento del cittadino per la valutazione del proprio stato di salute, la gestione della terapia farmacologica, l’accesso ai servizi specialistici, la prescrizione dei farmaci, l’utilizzo dei servizi ospedalieri, l’accesso ai servizi riabilitativi e di assistenza domiciliare, la richiesta di esami radiologici e di analisi di laboratorio.

Ciascun cittadino, recandosi al Distretto Sanitario cui afferisce il proprio comune di residenza, munito di tessera sanitaria cartacea e tessera team (quella plastificata, azzurra, con il codice fiscale) può scegliere il medico di fiducia fra quelli “disponibili” iscritti nell'elenco dell’ambito territoriale di residenza per sé e per i propri familiari o soggetti anagraficamente conviventi (necessaria in questo caso una loro delega ad operare la scelta). Si considera come “disponibile”  il medico o il pediatra che non abbia superato un determinato numero di scelte stabilito dagli accordi nazionali e regionali di categoria vigenti. Solo in casi particolari  è possibile ottenere una deroga per poter scegliere un medico che sia iscritto in un ambito territoriale diverso dal quello di residenza del richiedente o che abbia già raggiunto il proprio massimale di scelte. 

Il pediatra è obbligatorio per i bambini fino ai 6 anni; per i bambini tra i 6 e 14 anni la scelta può essere tra Pediatra e medico di Assistenza Primaria.
La scelta del pediatra di famiglia viene revocata automaticamente al compimento del 14° anno di età; tuttavia, in presenza di particolari condizioni (determinate patologie croniche o handicap e documentate situazioni di disagio psico-sociale del minore), su specifica richiesta del genitore e previa accettazione del pediatra, l’assistenza pediatrica può essere prolungata sino al 16° anno di età.

Ciascun medico è tenuto a garantire l’apertura del proprio studio professionale per 5 giorni alla settimana, preferibilmente dal lunedì al venerdì, con previsione di apertura per almeno due fasce pomeridiane o mattutine alla settimana secondo un orario congruo in relazione al numero di assistiti in carico e ad effettuare le visite domiciliari quando le condizioni del paziente ne impediscano lo spostamento presso lo studio.

Per tutte le problematiche in materia di medici di Assistenza Primaria e Pediatri di Famiglia, presso ciascun Distretto Sanitario sono attive le Unità di Assistenza Primaria; numeri ed indirizzi sono consultabili nelle pagine dei Distretti.

AVVISO: Durante periodo di emergenza sanitaria COVID-19 sarà possibile effettuare la scelta o la revoca del proprio medico di base o del pediatra di famiglia inviando una mail al proprio distretto sanitario.
Le istruzioni su come fare sono riportate qui -> Link